Iscriviti alla newsletter

Le Reti Funzionali | Formazione e Ricerca Scientifica

rete_riserve_fassa_2

La Rete della Formazione e della Ricerca Scientifica è coordinata dalla Provincia autonoma di Trento.

L’inserimento delle Dolomiti all’interno del Patrimonio mondiale dell’Umanità nel giugno 2009 ha reso fondamentale l’investimento in formazione permanente per tutti i territori su cui il Bene si estende.

Nella forma organizzativa della gestione a rete della Fondazione Dolomiti UNESCO la Provincia autonoma di Trento ha in carico la responsabilità della Rete della Formazione e della Ricerca Scientifica. La Rete opera sulla base del lavoro del gruppo di coordinamento tecnico composto dai rappresentanti delle Province e delle Regioni dell’area dolomitica interessate al Bene UNESCO con il coordinamento generale della Provincia autonoma di Trento.

Sulla base dei contenuti e del metodo proposti dalla tsm|step_Area UNESCO, che ha il mandato del coordinamento della Rete da parte della Provincia autonoma di Trento, le diverse Province e Regioni mettono a punto un piano di offerta formativa annuale condiviso che valorizzi gli attori dei relativi territori di riferimento e metta al centro l’obiettivo istituzionale di favorire l’apprendimento individuale e collettivo necessario per la conservazione e la valorizzazione del Patrimonio naturale delle Dolomiti.

Le azioni formative e i progetti di ricerca sono organizzati in accordo con ciascuna Provincia ed eventualmente anche attraverso forme di partnership.

Linee guida:

Le linee guida attorno a cui le azioni formative e i progetti di ricerca scientifica vengono strutturati sono:

– la partecipazione attiva delle realtà territoriali e delle popolazioni interessate dal Bene UNESCO;

– la cultura della governance del Bene UNESCO tra gli amministratori e i funzionari dei diversi livelli istituzionali;

– le competenze gestionali orientate all’iniziativa e all’innovazione nei territori del bene UNESCO;

– l’educazione delle nuove generazioni sia nelle scuole che nei contesti territoriali di riferimento;

– l’interdipendenza con gli altri siti naturali italiani e internazionali per lo sviluppo di partnership formative ed educative per favorire culture e forme di gestione innovativa dei patrimoni naturali.

Gli obiettivi della Rete vengono ricavati sia dagli scopi precipui dell’accreditamento UNESCO che dalle scelte di governance e gestione del Patrimonio naturale fatte a livello locale.

Le attività risponderanno altresì alle diverse esigenze dei territori che condividono il Bene Dolomiti UNESCO e si rivolgeranno a target diversi tra cui professionisti, amministratori, funzionari, operatori economici, turistici e ambientali, opinion leader, rappresentanti del mondo del volontariato e dell’associazionismo, tecnici (ingegneri, architetti, geometri, agronomi ed eventuali altre categorie) e cittadini in generale.

Obiettivi previsti:

– favorire nelle comunità e sui territori il riconoscimento delle opportunità dell’accreditamento UNESCO, in particolare per far nascere nuove iniziative economiche e culturali e per potenziare quelle esistenti;

– favorire l’attuazione della Strategia Complessiva di Gestione del Bene Dolomiti UNESCO e dei relativi impegni delle amministrazioni coinvolte;

– concordare, mediante adeguate analisi della domanda di educazione, formazione e aggiornamento, azioni mirate a sostenere specifici progetti di innovazione e sviluppo correlati alla valorizzazione del patrimonio riconosciuto dall’UNESCO;

– rivolgere l’azione formativa ai giovani, alle scuole, agli amministratori, alle categorie economiche, alla cooperazione, alle associazioni, alle organizzazioni non-profit per favorire la crescita di una cultura e di prassi finalizzate a valorizzare i patrimoni UNESCO;

– estendere l’offerta e le azioni educative e formative ai siti naturali UNESCO in Italia e in Europa, mirando a sviluppare interdipendenze, cultura della valorizzazione e prassi innovative.

 

Da #Dolomiti2040 alla Strategia Complessiva di Gestione

Coordinatore della Rete:

Fabio Scalet – Provincia Autonoma di Trento

Coordinamento Scientifico della Rete:

Ugo Morelli – step – Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio

Gabriella De Fino – step – Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio

Michele Lanzinger – Muse – Museo delle Scienze di Trento

Emanuela Fellin – Muse – Museo delle Scienze di Trento

Referenti:

Gabriella Faoro – Provincia di Belluno

Elisabeth Berger – Provincia Autonoma di Bolzano

Astrid Wiedenhofer – Provincia Autonoma di Bolzano

Francesco Dainese – Provincia di Pordenone

Giuliana Cristoforetti – Provincia Autonoma di Trento

Andrea Guaran – Provincia di Udine

Mirella Minto – Regione del Veneto

Andrea Guaran – Regione Friuli Venezia Giulia

Annibale Salsa – Comitato Scientifico Fondazione Dolomiti UNESCO

Articoli correlati

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto