Logo_Interreg_GATE
Gründungsmitglieder

Geschehen | Il turismo di oggi e del futuro

pelmo-croda-da-lago-dolomiti-unesco-M-DellAgnola-1 Tagung
11 dezember 2019

A cinque anni di distanza, EURAC Research ripete lo studio sul campo per sondare le abitudini di visita, la percezione, le aspettative e il grado di soddisfazione dei visitatori rispetto alle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO. I risultati preliminari delle ultime indagini, anche sperimentali, saranno presentati nella giornata Internazionale della Montagna mercoledì 11 Dicembre 2019, dalle 10 alle 12, presso la sede centrale di EURAC Research a Bolzano.

L’importanza e lo scopo del monitoraggio

Per ogni sito del Patrimonio Mondiale è estremamente importante quantificare e monitorare con regolarità l’evoluzione del turismo. Nelle Dolomiti, dove il fenomeno turistico è particolarmente importante e complesso, la Fondazione Dolomiti UNESCO si avvale del supporto di una squadra di ricercatori con strumenti molto diversi tra loro, innovativi e complementari. L’obiettivo è capire il comportamento, le aspettative e il giudizio dei visitatori delle Dolomiti, ma anche il potenziale e le criticità del fenomeno turistico, per fornire strumenti che aiutino a programmare e gestire il Bene in maniera sostenibile, coerentemente agli indirizzi condivisi nella Strategia Complessiva di Gestione. La raccolta di dati da fonti eterogenee e la messa in rete delle competenze specifiche degli istituti coinvolti ribadiscono ancora una volta il ruolo delle Dolomiti come laboratorio a livello internazionale.

Una squadra di ricerca d’eccellenza

A EURAC Research – Istituto per lo sviluppo regionale è stata commissionata una nuova indagine sul campo a cinque anni di distanza da quella svolta nel 2014. A questo studio, condotto principalmente con la tecnica del sondaggio sul campo, saranno affiancati i dati provenienti dai dispositivi mobili raccolti, naturalmente in forma aggregata e anonima, grazie al servizio di Vodafone Analytics in alcune aree pilota del Sito Dolomiti UNESCO. Aspetti qualitativi e quantitativi dello stesso fenomeno saranno poi sintetizzati dal team di ricerca del Prof. Jan Van Der Borg del Research Institute for Digital and Cultural Heritage dell’Università Ca’ Foscari, il quale si avvarrà anche dei dati recuperabili dai social network e del modello interpretativo sulla carrying capacity delle Dolomiti UNESCO già integrato nella Strategia Complessiva di Gestione.

L’indagine sul campo

Durante la stagione estiva 2019 da poco conclusa, i ricercatori di EURAC Research hanno incontrato e intervistato migliaia di turisti ed escursionisti in differenti località dolomitiche. Sono stati indagati le abitudini di visita, la percezione, le aspettative e il grado di soddisfazione dei visitatori rispetto alle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO.

Due approfondimenti dell’indagine sono attualmente in corso (novembre 2019) e riguardano le abitudini, la conoscenza, la percezione, le aspettative e il grado di soddisfazione delle operatrici e degli operatori del settore turistico e, rispettivamente, dei residenti.

Lo studio si concluderà nella primavera del 2020.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto