Iscriviti alla newsletter

I valori universali delle Dolomiti UNESCO | Il bene seriale

Le Dolomiti sono un bene seriale poichè si configurano come un insieme unitario, anche se articolato e complesso, sia dal punto di vista geografico/paesaggistico che da quello geologico/geomorfologico. I diversi Sistemi dolomitici costituiscono un insieme selezionato di eccezionalità geologiche e di peculiarità paesaggistiche caratterizzate da straordinaria rappresentatività ed elevati livelli di protezione, e sono collegati fra loro da una ricca rete di relazioni genetiche ed estetiche.

La preesistenza di chiari obblighi di protezione è stato uno dei requisiti richiesti dall’UNESCO per l’iscrizione e per questa ragione non è stato possibile inserire nella lista alcuni complessi montuosi, come ad esempio il Gruppo del Sella o del Sassolungo, pur se rappresentativi della geologia e del paesaggio dolomitico.
I nove gruppi dolomitici che compongono questo straordinario arcipelago fossile interessano i territori di cinque Province (Belluno, Bolzano, Pordenone, Trento, Udine). Un’area di circa 142mila ettari nella quale si parlano quattro lingue differenti e ufficialmente riconosciute (italiano, tedesco, ladino e friulano). Le cinque Province sono caratterizzate da un quadro istituzionale e amministrativo composito perché diversificata è stata la loro storia nel contesto europeo.

mappa-del-bene_ok

Tutti i beni iscritti nella Lista del Patrimonio mondiale devono soddisfare le condizioni di integrità. L’integrità è la misura di quanto sia unitario ed intatto il bene naturale ed i suoi caratteri qualitativi.

“I nove siti che compongono il bene Dolomiti, includono tutte le aree che sono essenziali per il mantenimento della bellezza del bene e tutti, o la maggior parte, degli elementi chiave inerenti le scienze della Terra, interrelati e interdipendenti nelle loro relazioni naturali. Il bene include parti di un parco nazionale, diversi parchi naturali regionali e provinciali, siti Natura 2000 ed un monumento naturale. Le aree tampone sono state definite per ciascun sito al fine di proteggerlo dalle minacce esterne ai suoi confini. I paesaggi naturali ed i processi essenziali al mantenimento dei valori del bene e della sua integrità si trovano in buono stato di conservazione e sono ampiamente integri”.

(UNESCO, Dichiarazione di eccezionale valore universale, Integrità)

Per approfondimenti sulla candidatura delle Dolomiti a Patrimonio dell’umanità UNESCO consultare il sito Nomination of the Dolomites for inscription on the World Natural Heritage List UNESCO (in lingua inglese).

 

Significato iscrizione

Cosa significa l’iscrizione nella Lista del Patrimonio mondiale?

Essere un bene iscritto nella Lista del Patrimonio mondiale significa possedere un “eccezionale valore universale”; essere cioè straordinariamente rappresentativo delle ricchezze culturali e naturali del nostro pianeta, tanto da costituire un riferimento essenziale non solo per il territorio dove si trova, ma per l’intera umanità. I beni iscritti alla Lista del Patrimonio mondiale sono selezionati come le migliori testimonianze al mondo dell’eredità culturale e naturale da trasmettere alle generazioni future. Questo è lo scopo della Convenzione per la protezione del patrimonio mondiale culturale e naturale (UNESCO 1972), che ad oggi riunisce in questo impegno comune 191 Paesi. Il prestigio che deriva agli stati con beni iscritti alla Lista funge da catalizzatore per rafforzare il senso di responsabilità nei confronti dei beni che hanno in consegna. I beni iscritti alla Lista devono infatti essere dotati di una strategia di gestione che precisi misure di conservazione e meccanismi di controllo, la cui efficacia viene monitorata tramite rapporti di verifica triennali.

Importanza iscrizione

Perché è importante l’iscrizione delle Dolomiti nella Lista del Patrimonio mondiale?

L’iscrizione è il risultato di una severa selezione a livello mondiale in cui l’affermazione dell’unicità e dell’eccezionale valore universale degli aspetti geologico-geomorfologici ed estetico-paesaggistici delle Dolomiti corrisponde al riconoscimento che tali valori sono adeguatamente rappresentati e protetti.
La responsabilità e l’impegno da parte delle amministrazioni a garantire questi valori universali nel tempo, che con il riconoscimento non sono più solo rivolti ai propri territori ma al mondo intero, avranno come conseguenza una diversa consapevolezza della propria posizione nel contesto globale e forniranno lo stimolo a ragionare sui temi della montagna (specificità culturale, paesaggio e patrimonio geologico, sviluppo sostenibile e turismo) secondo un’ottica di apertura e di confronto.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto