Logo_Interreg_GATE
Soci Fondatori

News | La Cultura di montagna unisce i Comuni di Cortina e Auronzo

Auronzo Col dei Boss_man_3 Evento
31 dicembre 2017

“Col dei Bos, la montagna dell’ambra”

Escursionismo, geologia, Grande Guerra nel nuovo film di Giovanni Carraro

L’annunciata collaborazione tra le due amministrazioni comunali di Auronzo e Cortina, avviata dai due neo eletti Sindaci Tatiana Pais Becher e Gianpietro Ghedina, inizia dal settore della Cultura sotto l’egida delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità.

I due Sindaci hanno infatti deciso di inaugurare il nuovo anno organizzando insieme una serata di carattere culturale al Teatro Kursaal di Auronzo, giovedì 4 gennaio alle ore 21, cogliendo l’occasione della presentazione del nuovo documentario dello scrittore e video maker Giovanni Carraro, intitolato “Col dei Bos, la montagna dell’ambra”. I Sindaci saranno insieme sul palco affiancati dal protagonista Giovanni Carraro e da numerosi ospiti, tra i quali il direttore della Fondazione Dolomiti UNESCO Marcella Morandini. Pais e Ghedina saranno per la prima volta insieme in un evento pubblico accomunati dunque dalla consapevolezza di condividere un territorio di rara bellezza sul quale sorgono alcune delle più importanti cime delle Dolomiti.

Giovanni Carraro, uno dei massimi conoscitori delle Prealpi trevigiane, sarà il protagonista della serata, che segna il suo ritorno tra le Dolomiti che gli hanno dato i natali, dopo le presentazioni dei due documentari girati a Cima Gogna e sul Col Quaternà, conducendoci stavolta con la sua inseparabile telecamera sulle vette di Cortina d’Ampezzo, nel bel mezzo delle Dolomiti. Il nuovo documentario è ambientato su una delle cime del gruppo delle Tofane- Falzarego, il Col dei Bos, che fu scenario di aspre battaglie durante la Grande Guerra. Come racconta lo storico Giovanni De Donà negli inserti del film dedicati alla Grande Guerra, il Col dei Bos venne frequentato da valorosi eroi dell’esercito italiano, primo fra tutto Angelo Schiocchet, soprannominato il Diavolo delle Tofane, che proprio tra queste montagne utilizzò la sua proverbiale astuzia per sferrare importanti azioni militari. Famoso il concerto di violino sulle Tofane, da lui organizzato come esca nei confronti degli austriaci. Schiocchet, che con le sue missioni sulle Tofane e nell’agordino venne decorato con due medaglie di bronzo e una di argento, scomparve nella frazione bellunese di Sois il 30 agosto del 1968. La scrittrice Antonella Fornari sarà presente in sala per raccontare le imprese dei nostri soldati durante la Grande Guerra, insieme all’auronzano Tito De Lotto che interverrà per parlare dei canti alpini. “Canta che ti passa” fu un modo di dire dell’epoca a proposito delle canzoni nate nei campi di battaglia o nelle retrovie, spesso create come rivisitazione di altri canti popolari, con lo scopo di sollevare l’animo dei soldati mandati al fronte. Altri inserti del cortometraggio sono dedicati al mondo della geologia, raccontati dal geologo Gianluca Piccin, che sarà presente al Kursaal, che nel film descrive le antichissime origini delle Dolomiti approfondendo la vita dei dinosauri e soffermandosi sulla presenza dell’ambra, una singolare forma di resina fossile che consente di trattenere per milioni di anni insetti, pollini ed altri micro organismi. L’ambra è riscontrabile nella cosiddetta formazione di Heiligkreuz presente alla base del Col dei Bos. Chi non ricorda il film Jurassic Park in cui lo scienziato era riuscito ad estrarre il DNA di un dinosauro proprio da un insetto contenuto nell’ambra. Gli studiosi hanno fatto passi da gigante per poter riportare in vita un giorno il mammut, ma sarà possibile per i dinosauri?

Come da tradizione, Carraro è affiancato nel film da Andrea Cecchella, giornalista di Telebelluno che vanta al suo attivo oltre duecento film sulle Dolomiti patrimonio Unesco, che sarà il presentatore e moderatore della serata.

Insomma la Val D’Ansiei si appresta a vivere una serata dal significato storico con la presenza del Sindaco di Cortina Gianpietro Ghedina in vallata, dopo la clamorosa assenza nel 2009 dell’allora sindaco Franceschi alla cerimonia di intitolazione delle Dolomiti a Patrimonio dell’Umanità nella piazza del paese.

Giovanni Carraro ci condurrà in un piccolo viaggio tra alpinismo, geologia e…dinosauri, mentre scorreranno immagini spettacolari, anche da drone, che si alterneranno alla storia ed alle curiosità.

Appuntamento quindi, dopo il debutto alla rassegna Oltre le Vette, al Teatro Kursaal di Auronzo il 4 gennaio, ore 21. Entrata Libera.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto