Logo_Interreg_GATE
Soci Fondatori

News | “Tempesta Vaia: i boschi fragili e il cambiamento climatico”: conferenza a Pieve di Cadore

cambiamento climatico Conferenza
18 gennaio 2019

Tempesta Vaia: i boschi fragili raccontano il cambiamento climatico

Venerdì 18 gennaio 2019 alle ore 18.00 presso l’auditorium Cos.Mo. di Pieve di Cadore si terrà la seconda tavola rotonda dopo il primo appuntamento del 7 dicembre scorso. La rassegna è stata ideata in seguito ai recenti eventi meteorologici eccezionali che hanno colpito il territorio dolomitico e nel secondo appuntamento affronterà il tema del cambiamento climatico raccontato attraverso i boschi fragili: gli alberi e le foreste si sono evoluti in migliaia di anni per raggiungere il massimo equilibrio con l’ambiente che li circonda… ma qualcosa sta cambiando, e troppo rapidamente perché loro possano adattarsi. Il mondo che noi ora conosciamo sta forse andando incontro alla “Sesta Estinzione”?

Interverranno Anselmo Cagnati (nivologo del Centro Valanghe di Arabba), Sandro Carniel (Oceanografo CNR e divulgatore scientifico), Paola Favero (Forestale, Comandante Reparto Carabinieri Forestali per la Biodiversità e scrittrice).

Partendo dalla situazione di emergenza che si è venuta a creare, gli organizzatori dell’iniziativa intendono offrire delle opportunità di riflessione e confronto alla popolazione, agli Amministratori regionali, provinciali e dei Comuni, alle Regole, sugli obiettivi da perseguire nella gestione dei beni comuni (foreste, acque, aria, servizi) anche alla luce dei cambiamenti climatici in atto, mai tanto evidenti nelle conseguenze come quest’anno non solo in Dolomiti ma in tutto il pianeta. E’ ormai evidente che anche mentre si discute di obiettivi locali per cercare di progettare la qualità del vivere, nel rispetto dei diritti umani, si debba avere sempre presente una logica planetaria, aperta, che demolisca barriere e confini anche ideologici.

L’iniziativa è promossa da CIPRA Italia, WWF O.A. Terre del Piave, Mountain Wilderness, Italia Nostra sezione di Belluno, LIBERA CADORE presidio “Barbara Rizzo”, Ecoistituto Veneto “Alex Langer”, Comitato Peraltrestrade Carnia-Cadore e Gruppo Promotore Parco del Cadore.

La locandina dell’evento è disponibile qui.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto