Iscriviti alla newsletter

News | “Vivere e condividere il Patrimonio UNESCO”: il processo partecipativo #Dolomiti2040 domani a Modena

Forcella Giaf_David Cappellari Incontri
29 settembre 2017

 

In omaggio al ventennale del Sito UNESCO di Modena, l’Assemblea Generale annuale dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO si terrà nella splendida cittadina.

Marcella Morandini, Direttore della Fondazione Dolomiti UNESCO è uno degli undici Consiglieri dell’Associazione e in occasione dell’incontro di Modena presenterà #Dolomiti2040 – Quali proposte per il futuro, il processo partecipativo per l’elaborazione della Strategia Complessiva di Gestione del Sito UNESCO Dolomiti.

La presentazione avverrà all’interno del workshop dal titolo VIVERE E CONDIVIDERE IL PATRIMONIO UNESCO. Un momento di incontro e di confronto dedicato ai progressi partecipativi nella gestione dei Beni dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

L’appuntamento è per sabato 30 settembre 2017 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso i Musei Civici, Sala Crespellani Largo Porta Sant’Agostino, 337. 

 

VIVERE E CONDIVIDERE IL PATRIMONIO UNESCO: il workshop

L’importanza dei processi partecipativi nella gestione dei Beni riconosciuti Patrimonio Mondiale dell’Umanità è uno dei temi chiave evidenziati dal secondo ciclo del Rapporto Periodico per l’Europa (2015). Nel corso della mattina verranno presentati e discussi casi concreti riguardanti esperienze già realizzate, in corso o in avanzato stadio di progettazione da parte di alcuni Siti UNESCO Italiani.

Il tema riguarda il coinvolgimento attivo nella tutela dell’eccezionale valore universale del pubblico in generale, ma soprattutto delle comunità locali e delle giovani generazioni.

Interventi

9.00: Accrediti

9.15: Gianpietro Cavazza (Assessore alla Cultura del Comune di Modena) – Saluti e introduzione

9.30: Adele Cesi (Focal Point nazionale per l’attuazione della Convenzione sul Patrimonio Mondiale, Ufficio UNESCO, Segretariato Generale) – La Convenzione sul Patrimonio Mondiale e i processi partecipativi – il Rapporto Periodico

9.45: Matteo Rosati (Ufficio Regionale per la Scienza e la Cultura in Europa, UNESCO) – Patrimonio Mondiale e Sviluppo Sostenibile

10.00: Mariangela Busi – Mantova e Sabbioneta, Il Mantova e Sabbioneta Heritage Center: un’esperienza di coinvolgimento della comunità per la valorizzazione del Patrimonio Mondiale

10.45: Carlo Francini – Firenze, Il centro storico, La maratona dell’Ascolto per il Centro Storico di Firenze Patrimonio Mondiale UNESCO

11.30: Marcella Morandini – Le Dolomiti, #Dolomiti2040 – Quali proposte per il futuro. Processo partecipativo per l’elaborazione della Strategia Complessiva di Gestione del WHS Dolomiti”

11.45: Francesca Masi – Ravenna, I monumenti paleocristiani, Laboratorio Ravenna: nuovo quadro istituzionale per la gestione integrata del patrimonio

12.00: Valeria Radaelli (Comune di Capriate San Gervasio) – Crespi D’Adda, Il nostro futuro lo decidiamo noi. Processo partecipativo per l’approvazione del Piano particolareggiato di Crespi D’Adda

12.15: Paola D’Orsi – Siena, La cura delle Mura di Siena: un modello di partecipazione

12.30: Francesca Piccinini – Modena, Cattedrale, Torre Civica e Piazza Grande, Gli spazi comuni del Sito UNESCO di Modena. Azioni per una tutela e valorizzazione condivisa

 

ASSOCIAZIONE BENI ITALIANI PATRIMONIO MONDIALE UNESCO

Costituita il 15 ottobre 1997 ha l’obiettivo di valorizzare lo straordinario Patrimonio artistico, culturale e naturalistico dell’Italia. Questo è il primo impegno che l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO persegue attraverso un’intensa ed organica attività di sostegno alle politiche di promozione dei Siti insigniti dall’UNESCO del prestigioso riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto