Soci Fondatori

Eventi | Alpimagia

Patrocinio
19 settembre 2020

Un progetto fotografico di Stefano Torrione

ALPIMAGIA

riti, leggende e misteri dei popoli alpini

La mostra voluta dal CAI di Bolzano sarà ospitata presso Museo Civico di Bolzano dal 19 settembre 2020 al 25 aprile 2021

Il Fotografo Stefano Torrione ripercorre le tappe di un Anno Solare nelle Alpi, documentando riti e leggende popolari, parti integranti della cultura e delle tradizioni delle genti di montagna. Dalla leggenda delle Anguane a quella dell’Uomo Selvatico, dai fuochi Epifanici a quelli del Solstizio d’estate, dai falò del Diavolo a quelli in alta quota, dalle rappresentazioni dei Lupi a quelle degli Orsi, dai riti Primaverili a quelli di Aratura propiziatoria, dai Guaritori mistici ai riti Arborei, dai rituali di passaggio ai canti epitalamici e, ancora, dalla notte delle Streghe a quella delle Stelle.

Scopri di più su Alpimagia

Dal Piemonte al Friuli un filo conduttore di Magia e di Mistero lega tutti i riti che vengono rappresentati e che segnano il rapporto intrinseco che le popolazioni autoctone hanno con il territorio e con la natura circostanti. Le Alpi sono le montagne più famose al Mondo, le più popolate, le più raccontate e studiate. Hanno una grande storia da raccontare, frastagliata ma univoca. Da lì sono passati Romani, Celti, Reti e Germanici, laddove abitavano già Salassi, Camuni e Leponzi.

Nelle Alpi credenze pagane sono sopravvissute al Cristianesimo, mischiandosi ad esso e dando vita a una cultura arcaica e mistica per il controllo spirituale e temporale degli eventi. La Mostra è un magnifico affresco di cultura alpina, nel quale si potrà apprezzare la ricchezza e il fascino di un progetto che, come in un gioco di specchi, riflette squarci di vita dei piccoli mondi alpini, separati tra di loro da vallate impervie, ma uniti in un unico spirito.

Spostandosi dai popoli occitani ai sudtirolesi, dai ladini ai valdostani, dai cimbri ai friulani, non si può non rimanere colpiti dalle assonanze che rimbalzano da un angolo all’altro delle Alpi, alla scoperta di località poco note ma ancora così vive. Che siano le rumorose feste per scacciare l’inverno o i grandi roghi del periodo quaresimale o del solstizio d’estate, le “paurose” scorribande di strani uomini selvatici del Carnevale o i riti legati al Natale, le immagini di Stefano Torrione ci restituiscono un grande e affascinante affresco sulla cultura popolare alpina. Testimoniando al contempo la voglia di resistere all’omologazione del mondo contemporaneo.

Il progetto di AlpiMagia è impreziosito da vari scritti di Paolo Cognetti, importante e noto scrittore già vincitore del Premio Strega con il romanzo “Le Otto Montagne”. La curatela della Mostra è di Augusto Golin, prezioso collaboratore del responsabile della Commissione Cultura del CAI Bolzano Maurizio Veronese, che ha invece curato l’organizzazione generale.

Scopri di più su Alpimagia

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto