Soci Fondatori

Eventi | Cinema archeologico

Evento Fondazione
6 ottobre 2015

“La nascita dell’arcipelago” alla XXVI° Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico
Proiezione documentario
Auditorium F. Melotti, Rovereto (TN)
Martedì 6 ottobre h. 20.45

Nell’ambito della XXVI° Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico, le Dolomiti UNESCO avranno uno spazio di significativa visibilità. La sera di martedì 6 ottobre alle 20.45 presso l’Auditorium F. Melotti sarà proiettato il filmato “La nascita dell’arcipelago”, primo documentario del reportage “Dolomiti, Montagne-Uomini-Storie”, commissionato dalla Fondazione Dolomiti UNESCO a Piero Badaloni.

La Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico è, nel mondo, la più corposa e longeva: da 26 anni raccoglie il meglio del panorama cinematografico di tipo archeologico o culturale esistente al mondo. Si svolge a Rovereto dal 6 al 10 ottobre, propone più di 90 film, di cui oltre 60 provenienti dall’estero e una decina di incontri con professionisti archeologici di fama internazionale. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato una lettera e assegnato una medaglia alla XXVI° Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto. La Rassegna, incentrata quest’anno sul passato e sul presente del Medioriente antico, è promossa dalla Fondazione Museo Civico in collaborazione con la rivista Archeologia Viva e coincide con il XVII° Concorso Premio dedicato al grande archeologo trentino Paolo Orsi.

Il reportage Dolomiti, Montagne-Uomini-Storie, proiettato alla XXVI° Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico, si inserisce perfettamente nello spirito della rassegna che è quello di valorizzare i patrimoni archeologici, storici, culturali che appartengono a tutti e che tutti dovremmo conoscere. “La nascita dell’arcipelago” racconta la genesi delle Dolomiti: come si sono formate, quali sono stati gli elementi e i cambiamenti della Natura che ne hanno determinato le forme e la sublime bellezza. Le Dolomiti sono un libro aperto sulla storia geologica della Terra, è questa una delle caratteristiche di eccezionalità che ha permesso alle Dolomiti di essere iscritte nella Lista dei Beni Naturali UNESCO. Il filmato racconta, anche, la presenza dell’uomo in Dolomiti che risale a oltre settemila anni fa, l’uomo primitivo del Mesolitico-l’uomo di Mondeval. Con interviste ad esperti e professori universitari narra di altre scoperte archeologiche che hanno a che fare con la presenza dell’uomo in Dolomiti, come quella del Riparo Villabruna, per esempio (lungo la strada statale che da Fiera di Primiero conduce a Fonzaso). La durata del filmato, realizzato da Piero Badaloni con la collaborazione di Fausta Slanzi, montaggio e fotografia di Nicola Berti, è di 55 minuti.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto