Gründungsmitglieder

Geschehen | #handsinstone

Termin der Stiftung
9 marz 2020

Dal 24 febbraio al 12 aprile 2020 al via la prima edizione della campagna #DolomitesMuseum

Social network, web e radio per un racconto diffuso
del Patrimonio Mondiale Dolomiti UNESCO

#handsinstone #steineinderhand #sassinmano
gli hashtag della terza settimana: dal 9 marzo al 15 marzo

7 settimane, 7 parole chiave e i musei dolomitici pronti a raccontarle: questi gli ingredienti della campagna tematica #DolomitesMuseum lanciata dal progetto ‘Musei delle Dolomiti’ della Fondazione Dolomiti UNESCO. Le tante collezioni dei singoli musei si uniscono nel web per raccontare un patrimonio comune. Da Carnevale fino a Pasqua, i social network ospiteranno un racconto corale delle dolomiti attorno a sette hashtag: dalla vita in pendenza alle mascherate alpine, dalla geologia alla storia degli sport, dalla mobilità al futuro delle Dolomiti. Tutti potranno partecipare, condividendo testimonianze, ricordi e riflessioni utilizzando l’hashtag #DolomitesMuseum.

Sette sono gli hashtag attorno ai quali si declinerà il racconto. Si continua nella terza settimana (9 – 15 marzo), con #handsinstone, per condividere le storie racchiuse in un semplice sasso. Questa settimana è dedicata all’elemento che costituisce le Dolomiti: la roccia. I geologi l’hanno studiata, i nostri nonni l’hanno lavorata, dentro di essa i soldati della Grande Guerra hanno trovato riparo. “#handsinstone è un invito a prendere in mano i sassi e a raccontare le storie che racchiudono” dice Emiliano Oddone di Dolomiti Project. “Con questo hashtag vorremmo creare un racconto partecipato della presenza della roccia nella nostra storia e nel nostro paesaggio” aggiunge Chiara De Biasio, del Museo Archeologico di Mel.

La campagna si sviluppa all’interno del progetto “Musei delle Dolomiti” avviato nel 2019 dalla Fondazione Dolomiti UNESCO con lo scopo di studiare e sperimentare attività in ‘rete’ tra i diversi Musei che racchiudono una parte del Patrimonio delle Dolomiti. Il digitale gioca un ruolo centrale in questa sinergia, perché permette ai singoli musei e attori culturali di unire le proprie collezioni all’interno di un racconto corale. Il Patrimonio UNESCO diventa così ancora più ricco e accessibile per residenti e visitatori.

Per scoprire di più Musei delle Dolomiti

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto