Soci Fondatori

Eventi | Dolomiti: vernissage mostra

mostra-muse Evento Fondazione
24 luglio 2021

Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO:
la mostra al MUSE di Trento

La mostra – realizzata nell’ambito della Rete della Formazione e Ricerca Scientifica della Fondazione Dolomiti UNESCO – è ospitata dal 24 luglio al 24 settembre presso il giardino del MUSE – museo delle Scienze a Trento.

L’inaugurazione della mostra “Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO. Fenomeni geologici e paesaggi umani” è in programma sabato 24 luglio alle ore 18.30. L’evento è realizzato in collaborazione con MUSE – museo delle Scienze di Trento e tsm|step Scuola per il Governo del Territorio del Paesaggio.

Il programma dell’inaugurazione

L’inaugurazione verrà trasmessa anche in diretta streaming sul canale YouTube MUSE.

Intervengono:

  • Mario Tonina, presidente della Fondazione Dolomiti UNESCO e Assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione
  • Mara Nemela, direttrice della Fondazione Dolomiti UNESCO
  • Delio Picciani, amministratore delegato  tsm | Trentino School of management
  • Bruno Zanon, Comitato scientifico tsm | step Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio
  • Michele Lanzinger, direttore MUSE
  • Gianluca Cepollaro, direttore tsm | step Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio

Modera Maddalena Pellizzari, tsm | Trentino School of Management

A seguire visita guidata alla mostra a cura di Cesare Benedetti (tsm|step) e Maria Bertolini (MUSE).

Alle 20.30: “Il pianto del Ghiaccio”

Presentazione opera “Il pianto del Ghiaccio” a cura di Michele Lanzinger, direttore MUSE con gli artisti Federico Ortica, Francesco “Ardan” Dal Rì, Mauro Graziani e Christian Casarotto, MUSE.

Alle 21.15: Dialogo in musica sulle Dolomiti

Un dialogo tra esperti, studiosi, artisti e musicisti, utilizzando linguaggi diversi vengono attraversate alcune delle sfide più impegnative che ci attendono in futuro: dagli effetti del riscaldamento globale alla gestione di imponenti flussi turistici, dalla ricerca degli equilibri tra economia e ambiente alla scelta di percorsi di sviluppo sostenibili.

Con la partecipazione del cantautore Loris Vescovo, di Alessandro de Bertolini per la Fondazione Museo storico del Trentino, di Annibale Salsa per la Fondazione Dolomiti UNESCO, di Evelyn Kustatscher per il Museo Scienze Naturali Alto Adige, di Romano Stanchina per il Servizio Sviluppo Sostenibile e Aree Protette della Provincia autonoma di Trento e Christian Casarotto del MUSE.

Modera Maddalena Pellizzari, tsm | Trentino School of Management.

“Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO.
Fenomeni geologici e paesaggi umani”: la mostra

Le Dolomiti custodiscono un patrimonio di valori materiali e immateriali che le ha rese icone universali della montagna e le ha qualificate come un Bene dell’intera umanità. Nelle forme e nei colori delle Dolomiti si riconoscono aspetti geologici unici a livello mondiale che si accompagnano ad un paesaggio culturale plasmato nei secoli da comunità di montagna.

La mostra “Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO. Fenomeni geologici e paesaggi umani”, sviluppata nell’ambito della Rete della Formazione e Ricerca Scientifica della Fondazione Dolomiti UNESCO e curata dal MUSE – museo delle Scienze di Trento e da tsm|step Scuola per il Governo del Territorio del Paesaggio, propone una lettura delle molte sfaccettature che caratterizzano le Dolomiti UNESCO.

Il Sito Dolomiti UNESCO, con i suoi nove sistemi, costituisce il fulcro di un più ampio spazio di vita e rappresenta un laboratorio di responsabilità e di cittadinanza attiva per sperimentare l’integrazione tra ambiente naturale, paesaggio umano e territorio abitato. Le Dolomiti sono montagne e, come tali, sono luoghi in continua evoluzione. Sono ambienti fragili in cui è importante perseguire un approccio di vita sempre più sostenibile.

La mostra si compone di 24 pannelli che, attraverso immagini suggestive, brevi testi e illustrazioni evocative, offrono spunti e suggestioni per conoscere un territorio che dal 2009 è patrimonio di tutti e di cui è importante prendersi cura. Perché essere cittadini delle Dolomiti oggi significa essere consapevoli che la maestosa bellezza e la vivibilità di questi paesaggi dipendono dalla salvaguardia di delicati equilibri.

A02_MarchioFCC_RGBQuesta attività è inserita nel progetto “Valorizzazione del territorio attraverso azioni di gestione e comunicazione integrata del WHS Dolomiti UNESCO”, realizzato con il contributo del Fondo Comuni confinanti.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto