Soci Fondatori

News | Prudenza in montagna, uniti anche d’inverno

prudenza-in-montagna-ph-lorenzo-barbante World Heritage
22 Dicembre 2022

Adattando un vecchio adagio calcistico potremmo dire che «squadra che vince non si cambia… ma si allarga». SAT (Società Alpinistica Tridentina), Associazione Rifugi del Trentino, Collegio delle Guide Alpine, Soccorso Alpino e Speleologico Trentino, Fondazione Dolomiti UNESCO, Trentino Marketing avevano dato vita durante l’estate al progetto «Prudenza in montagna»; insieme al Collegio Provinciale Maestri di Sci del Trentino, PAT e Forze dell’Ordine lanciano ora anche la versione invernale.

Le domande da porsi… e le relative risposte

La campagna #prudenzainmontagna intende promuovere la prudenza e la consapevolezza di quanti frequentano la montagna nei mesi invernali per praticare sci alpino o sci alpinismo, passeggiare con le ciaspole, sciare fuori pista o arrampicare su ghiaccio, tutte attività che in montagna possono essere svolte cercando di ridurre al minimo i rischi soggettivi e di accrescere al massimo la capacità di lettura di quelli oggettivi, nella consapevolezza che il rischio zero, in montagna, non esiste. La scelta di parlare di «prudenza» e non di «sicurezza», punta infatti a non dare ai frequentatori della montagna l’idea che possa essere garantita un’esperienza totalmente priva di rischi, a prescindere dalle condizioni personali e dai cambiamenti, sempre possibili, di quelle naturali.

Per raggiungere il maggior numero di persone, i promotori della campagna hanno condiviso l’approccio delle faq, le domande più frequenti che chi vuole vivere la montagna d’inverno si pone (o dovrebbe porsi!), a cominciare naturalmente dalla corretta lettura dei bollettini meteorologici e dei bollettini neve e valanghe e da un’indicazione chiara su quando è opportuno consultarli.

Per ogni attività vengono sciolti diversi dubbi: le regole sulle piste da sci e la lettura dei gradi di difficoltà, l’attrezzatura adatta per lo scialpinismo, i comportamenti da seguire con le ciaspole sui percorsi non tracciati, le persone a cui rivolgersi per imparare l’arrampicata su ghiaccio, solo per citare alcuni esempi.

A monte di ogni valutazione, c’è quella sul proprio livello di preparazione, di esperienza nell’utilizzo dell’attrezzatura e di conoscenza del territorio e del manto nevoso. È indispensabile per questo affidarsi sempre all’esperienza e ai consigli delle guide alpine e di chi vive e lavora in montagna.

Un messaggio univoco

L’esperienza del progetto «Prudenza in montagna» ha un valore aggiunto che non va sottovalutato, ovvero la sinergia tra tutti i soggetti che a vario titolo di occupano della frequentazione del territorio montano: partire dalla stessa visione di cosa significhi «prudenza», condividere i messaggi da veicolare  e scegliere un lessico comune, contribuisce infatti in modo decisivo a evitare sovrapposizioni e ambiguità, dando ai frequentatori della montagna un messaggio univoco, coerente e, si spera, ancora più efficace nel prevenire gli incidenti sulla neve.

Ph. Lorenzo Barbante

Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Il Sito utilizza cookie di prima parte, di sessione e persistenti, per fornirti i nostri servizi. Questi contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Il Sito utilizza inoltre cookie analitici di terza parte di Google Analytics per raccogliere informazioni sull’utilizzo del Sito da parte degli utenti (numero di visitatori, pagine visitate, tempo di permanenza sul sito ecc.). Gli indirizzi IP degli utenti sono raccolti e trattati in forma anonima e le impostazioni del servizio non prevedono la condivisione dei dati con Google. Per maggiori dettagli e informazioni è possibile visitare la pagina del fornitore https://support.google.com/analytics/answer/1011397. Puoi disabilitare in ogni caso i cookie di Google Analytics scaricando uno specifico plug-in del browser reperibile qui: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Prima parte2

cm_cookie_dolomiti-patrimonio-mondiale-unesco

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore