Soci Fondatori

News | TFF: Premio Speciale Dolomiti UNESCO a “La Regina di Casetta”

World Heritage
23 Maggio 2019

L’assegnazione del Premio Speciale Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO, in collaborazione con la SAT, al film “La regina di Casetta”, di Francesco Fei, ha concluso un’edizione del Trento Film Festival di grande intensità. La collaborazione tra il Trento Film Festival e la Fondazione Dolomiti UNESCO, nell’anno del decennale del riconoscimento, è stata infatti particolarmente ricca. E già si pensa alla prossima edizione.

I montanari e le loro scelte

La Fondazione Dolomiti UNESCO e la SAT – Società Alpinisti Tridentini non hanno istituito il Premio Speciale per dare alle Dolomiti ulteriore visibilità. Piuttosto per sostenere chi riesce a trattare argomenti che con il riconoscimento UNESCO hanno direttamente a che fare: la conservazione attiva delle aree marginali, la cultura e la vita delle popolazioni che vi abitano e che affrontano quotidianamente scelte difficili.

Francesco Fei è riuscito a centrare proprio quest’ultimo aspetto, grazie a una storia semplice, nella quale tanti abitanti delle Dolomiti si possono rivedere, anche se si svolge sull’Appennino, a Casetta di Tiara, piccolo borgo ai piedi del Monte Bastia. È la storia di Gregoria, giovane che cresce in quello che lei stessa definisce un “luogo magico”, che deve però scegliere se abbandonare o meno quando l’età la porta alle soglie delle scuole superiori.

La giuria, composta da Marcella Morandini e Annibale Salsa per la Fondazione Dolomiti UNESCO e Mariacarla Failo e Riccardo De Carli per la SAT, spiega così la propria scelta: “Gregoria diventa il simbolo delle comunità montane che vivono certo in condizioni disagiate ma sono custodi e sentinelle di un territorio fragile”.

Menzione speciale all’iraniano Yaser Talebi, per il film “Beloved- Delband” che, trattando la dimensione agro-pastorale, evidenzia “il valore dell’unità delle culture montane nella diversità dei territori, la dimensione universale della montagna e le peculiarità locali”. Nel 2017 il Premio era stato assegnato a “Koneline, our land beautiful” di Nettie Wild, nel 2018 a “Stella Polaris Ulloriarsuaq” di Yatri Niehaus.

Riflettere sulla fragilità: obiettivo centrato

L’occasione del decennale del riconoscimento UNESCO alle Dolomiti, ha fatto crescere la quantità di eventi che hanno visto una sinergia tra Trento Film Festival e Fondazione Dolomiti UNESCO, tutti incentrati sul tema della fragilità. Un tema declinato dal punto di vista etico e filosofico da Vito Mancuso, in una serata che ha visto protagonisti anche gli studenti della Scuola per il legno di Tesero, autori di un video capace di trasmettere la volontà di ripartire dopo la tempesta Vaia, trasformandola in un’occasione per valorizzare l’elemento legno. Ma quanto siamo consapevoli della fragilità dell’ambiente, compreso quello dolomitico? La provocazione è arrivata dall’artista Marco Nones che attraverso i suoi cervelli di ghiaccio, scioltisi al sole di Piazza Duomo, ha invitato tutti a riflettere sull’indifferenza davanti ai cambiamenti climatici. Alla fragilità è stata dedicata anche un’intera selezione del Trento Film Festival, “Amici fragili”, con cinque film che hanno per protagonisti le foreste in tutto il mondo. Mentre si è già esaurito anche il tempo dei bilanci ed è già iniziata la programmazione per la prossima edizione, c’è comunque tempo fino al primo settembre per visitare, al Palazzo delle Albere, la mostra fotografica di Alessandro Gruzza “La voce delle Dolomiti”.

Ph. Piero Cavagna | Trento Film Festival

 

A02_MarchioFCC_RGB

Questa attività è inserita nel progetto “Valorizzazione del territorio attraverso azioni di gestione e comunicazione integrata del WHS Dolomiti UNESCO”, realizzato con il contributo del Fondo Comuni confinanti.

Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Il Sito utilizza cookie di prima parte, di sessione e persistenti, per fornirti i nostri servizi. Questi contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Il Sito utilizza inoltre cookie analitici di terza parte di Google Analytics per raccogliere informazioni sull’utilizzo del Sito da parte degli utenti (numero di visitatori, pagine visitate, tempo di permanenza sul sito ecc.). Gli indirizzi IP degli utenti sono raccolti e trattati in forma anonima e le impostazioni del servizio non prevedono la condivisione dei dati con Google. Per maggiori dettagli e informazioni è possibile visitare la pagina del fornitore https://support.google.com/analytics/answer/1011397. Puoi disabilitare in ogni caso i cookie di Google Analytics scaricando uno specifico plug-in del browser reperibile qui: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Prima parte2

cm_cookie_dolomiti-patrimonio-mondiale-unesco

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore