Iscriviti alla newsletter

News | Trento | Laboratorio Alpino e delle Dolomiti Bene UNESCO: un primo bilancio

Sistema9_Panoramica_Cristina Patrimonio UNESCO
22 novembre 2017

Oltre 6.000 i visitatori del Laboratorio Alpino e delle Dolomiti Bene UNESCO nel 2016, per un totale di 27 film proiettati, 9 mostre allestite, 7 i libri presentati, 4 laboratori realizzati, di cui 1 dedicato ai bambini e 3 aperti ad appassionati di montagna di tutte le età. Si è tenuto inoltre un reading e ben 9 incontri e conferenze su vari temi.

Era il 24 novembre 2016, quando fu inaugurato il Laboratorio Alpino e delle Dolomiti Bene UNESCO, a piano terra della Casa dellaSAT – Società Alpinisti Tridentini. Una finestra aperta sul contesto urbano che parla di montagna e che va a colmare un’offerta culturale che a Trento, città alpina, veniva pienamente soddisfatta soltanto in un breve lasso di tempo, ossia durante le giornate del Film Festival della Montagna.

Una realtà che opera con pochissime risorse, sono infatti 7.000 euro i fondi stanziati dalla Provincia per la convenzione siglata da SAT – Società Alpinisti Tridentini, Fondazione Dolomiti UNESCO, step – Scuola per il Territorio ed il Paesaggio e Muse – Museo delle Scienze di Trento, in aggiunta ad altri 6.000 euro stanziati da Trento Film Festival e gli altri partner per incontri conferenze e proiezioni. La collaborazione tra questi quattro partner ha dato origine al Laboratorio Alpino e delle Dolomiti Bene UNESCO, un contenitore di eventi culturali di vario genere, funzionale ad una corposa divulgazione di temi inerenti alla montagna.

Dopo il successo di numeri e iniziative proposte lo scorso anno, i pezzi forti della programmazione 2018 del Laboratorio Alpino sono rappresentati in primis dalla mostra “Bruno Detassis a dieci anni dalla scomparsa” un evento organizzato da SAT – Società Alpinisti Tridentini in collaborazione con il Trento Film Festival.

step – Scuola per il Territorio ed il Paesaggio presenterà la mostra “Sospensioni”. L’ iniziativa si inserisce in un percorso di sensibilizzazione culturale che intende considerare le Alpi come luogo di innovazione e fruizione sostenibile. In particolare l’oggetto è la Val di Susa, che viene rappresentata con 40 immagini non convenzionali. A completare l’evento espositivo vengono proposte due conferenze di un urbanista ed autore di chiarissima fama come Antonio De Rossi.

Tutta targata SAT – Società Alpinisti Tridentini  sarà invece la mostra su Cesare Battisti satino e divulgatore in occasione dell’adunata degli alpini a Trento dal 7 al 13 maggio 2018.

Oltre alle iniziative proposte il progetto Laboratorio Alpino e delle Dolomiti Bene UNESCO individua nella Biblioteca della Montagna, che ha una media di circa 5.000 visitatori all’anno, la depositaria del Fondo librario e documentale dedicato alle Dolomiti Bene UNESCO.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo.
Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto